Vai al contenuto

Il nome di un regista in Italia viene comunemente associato a quello degli attori, del produttore, al limite (ahimè per il limite) dello sceneggiatore, mai al suo avvocato, una figura altrettanto importante per un regista - e per chiunque lavori a contratto nel mondo dell’audiovisivo. Il compito dell’avvocato è la tutela delle condizioni di  lavoro del regista  e la sua opera. A volte l’avvocato ricopre anche la figura dell’agente. Per chi è totalmente ignaro della figura dell’agente, basta sapere che l’agente di un una persona di spettacolo rappresenta colui che dovrebbe promuovere e fornire occasioni di lavoro all’artista ed intrattiene rapporti per suo conto. Di solito l’agente cerca artisti già noti, altrimenti…  il più delle volte, aspetta che il suo assistito diventi famoso  e poi si dà da fare per far fruttare la notorietà. ...continua a leggere "Sacro GRA: aspetti legali e risvolti umani del film Leone d’Oro alla Mostra d’arte cinematografica di Venezia 2013"

Ho basato la mia formazione lavorando con sceneggiatori professionisti e frequentando corsi. Ritengo molto più valida la prima, che avviene attraverso il lavoro e il confronto diretto con chi ha più esperienza. Dei corsi invito a diffidare, in maniera particolare quelli tenuti da grandi nomi italiani. Ci si trova spesso ad ascoltare per parecchio tempo il famoso docente raccontare aneddoti della sua carriera che, per quanto divertenti ed interessanti, deludono le aspettative di chi realmente si aspetta di apprendere. ...continua a leggere "Corsi di scrittura creativa e manuali di sceneggiatura: opinioni e consigli"

I media spesso sostengono che il cinema italiano ha crisi di idee e manchino attori, registi e sceneggiatori che portino il pubblico in sala. Sembrano dimenticare che alle spalle di queste figure creative ci sono i produttori che organizzano nei fatti il progetto cinematografico. ...continua a leggere "Il cinema e i giovani produttori dell’ AGPC"

Spesso i grandi sceneggiatori sono anche dei produttori. Non è il mio caso ma comunque è bene tenersi informati su un mondo che dovrebbe darmi lavoro.
Questo è il motivo dell’intervista all’avvocato Diana Rulli, patrocinante in cassazione, esperta in accordi internazionali di coproduzione cinematografica e televisiva. E’ spesso invitata a tenere seminari su aspetti tecnici della contrattazione tra l’Italia e l’estero. ...continua a leggere "Coproduzioni internazionali e tax credit in Italia raccontati dall’avvocato Diana Rulli"

Per lo sceneggiatore che vuole proporre progetti è praticamente d’obbligo passare per il “reparto sviluppo” delle società di produzione. Purtroppo la maggior parte  né è sprovvista. Spesso montagne di script giacciono impilate nella zona segreteria e altrettante si perdono dentro il computer. Qualunque sceneggiatore a Roma con un minimo di esperienza ha visto con i propri occhi questa immagine. In questi casi per avere una chance si deve avere un contatto diretto con il produttore che si ...continua a leggere "Sviluppo soggetti e sceneggiature alla DeAngelisMedia: intervista al vice presidente Nicola De Angelis"